PES E PAV: CORSI DI FORMAZIONE

Cosa sono i PES e i PAV

PE. S. (Persona ESperta): è una persona con conoscenze tecniche teoriche e con un'esperienza tali da permetterle di analizzare i rischi derivanti dall'elettricità e a svolgere i lavori elettrici in piena sicurezza. Una PES può svolgere lavori elettrici FUORI TENSIONE e IN PROSSIMITÀ.

P.AV. (Persona AVvertita): è una persona che è a conoscenza dei rischi derivanti dall'elettricità ed è in grado di svolgere lavori elettrici in piena sicurezza. Di norma una PAV viene istruita da una PES o da una persona che comunque possiede le giuste conoscenze tecniche.

I PES ed i PAV sono i lavoratori abilitati a svolgere LAVORI ELETTRICI.

Tipologie di lavori elettrici

Lavoro SOTTO TENSIONE: Lavoro elettrico eseguito su quadri, apparecchiature, comunque parti attive di impianti elettrici che sono sotto tensione (ovvero collegate, attive e nel loro normale funzionamento)

Lavoro FUORI TENSIONE: Lavoro elettrico eseguito su quadri, apparecchiature o parti di impianti elettrici normalmente in funzione a cui viene tolta tensione per l'esecuzione del lavoro

Lavoro IN PROSSIMITÀ: Lavoro elettrico eseguito entro una certa distanza dalle parti attive di una qualsiasi apparecchiatura elettrica in condizioni di normale funzionamento e quindi in tensione.

Bene inoltre specificare che, al contrario di come ci si potrebbe aspettare, la realizzazione di un nuovo impianto elettrico NON È UN LAVORO ELETTRICO ma di fatto risulta essere un lavoro di tipo EDILE

Chi designa i PES ed i PAV

Nel caso di un lavoratore autonomo (artigiano elettrico per esempio) è sufficiente un'autocertificazione scritta da consegnare a chi commissiona un lavoro elettrico quando la stessa committenza la richieda. Per un lavoratore dipendente di un'azienda, invece, l'assegnazione del ruolo di PES o PAV è di esclusiva facoltà del datore di lavoro: la designazione deve essere fatta per iscritto e controfirmata dal lavoratore a cui viene attribuito il ruolo. ln questo caso, il datore di lavoro, per determinare se il suo dipendente può essere un PES o un PAV, deve basarsi sulla sua preparazione coadiuvato da eventuale diploma o attestato di formazione del lavoratore e dal suo bagaglio di esperienza nel campo.

Requisiti basilari per l’attribuzione dei ruoli

Il primo aspetto riguarda l'istruzione, cioè la conoscenza dell'impiantistica elettrica, dei pericoli ad essa connessi e della relativa normativa di sicurezza.

Il secondo aspetto riguarda l'esperienza di lavoro maturata, quale requisito per poter avere confidenza della conoscenza o meno delle situazioni caratterizzanti una o più tipologie di lavori e della maggior parte delle situazioni anche non ricorrenti.

Il terzo aspetto riguarda le caratteristiche personali, quelle maggiormente significative dal punto di vista professionale, quali le doti di equilibrio, attenzione, precisione e ogni altra caratteristica che concorra a far ritenere l'operatore affidabile.

A chi è rivolto il corso

* Lavoratori dipendenti con mansioni di operatori elettrici (manutentori di impianti elettrici, manutentori di ascensori, ecc.)

 

È importante per:

* Datori di lavoro di imprese che operino nel settore della manutenzione di impianti elettrici

* Lavoratori autonomi che operino nel settore della manutenzione di impianti elettrici

* RSPP, RLS, consulenti aziendali in materia di Sicurezza sul Lavoro, specie nella I parte del corso (corretta gestione del rischio elettrico in azienda)

* Progettisti di impianti elettrici

 

Riferimenti Legislativi e Normativi

Articolo 82 del D.lgs. 81/08 e normE CEI 11-27:2014 e CEI EN 50110-1:2014 (CEI 11-48)

La Norma CEI 11-27 III edizione ha rivoluzionato le qualifiche e le modalità di esecuzione dei lavori elettrici in bassa tensione (fino a 1000 V c.a. o 1550 V c.c.). Una novità significativa che questa Norma introduce sono le figure di PES e PAV.